Piano Casa, domani si vota il progetto di legge in Consiglio regionale

pubblicato il .

Legge utile per pochi. Preoccupati per i possibili blitz della maggioranza sui sottotetti 
Il progetto di legge regionale dal titolo “Norme per la valorizzazione del patrimonio edilizio esistente” approda in Consiglio regionale: domani si approverà definitivamente il testo, composto da 16 articoli, che modificherà la legge urbanistica regionale 12/2005. Il Partito democratico, sin dall’inizio molto critico su alcuni punti della legge, ha presentato oggi 20 emendamenti di merito con l’intento di modificare in aula gli articoli più critici legati alla questione dei sottotetti, alla realizzazione di autorimesse interrate e l’esclusività della Giunta comunale nell’approvazione dei piani attuativi nei comuni sopra i 15000 abitanti.

Norme per la valorizzazione del patrimonio edilizio esistente e altre disposizioni in materia urbanistico - edilizia

pubblicato il .

Art. 1 (Finalità generali)

La presente legge, anche in attuazione dell’articolo 5 del decreto-legge 13 maggio 2011, n. 70 (Semestre europeo - Prime disposizioni urgenti per l’economia), convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 2011, n. 106, detta disposizioni per la razionalizzazione del patrimonio edilizio esistente e la riqualificazione incentivata delle aree urbane, anche al fine di contenere il consumo di suolo e di energia da fonti fossili ai sensi dell’articolo 11 del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28 (Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE), nonché ulteriori disposizioni in materia urbanistico-edilizia a integrazione della legge regionale 11 marzo 2005, n. 12 (Legge per il governo del territorio).

Piano casa regionale: una legge utile per pochi

pubblicato il .

Piano Casa  regionale approvato in Commissione
Sventata la sanatoria sui sottotetti ma si a nuovi parcheggi sotterranei senza garanzie per la sicurezza idrogeologica.
Più conveniente costruire immobili di pregio che alloggi a canone moderato 

Oggi, in Commissione V Infrastrutture e Mobilità, è stato approvato il progetto di legge regionale dal titolo “Norme per la valorizzazione del patrimonio edilizio esistente” che recepisce le indicazioni del Piano Casa nazionale varato dal precedente governo. Il testo, composto da 16 articoli, modifica la legge urbanistica regionale 12/2005 e nasce con l’intento di rilanciare il settore edile, incentivare il recupero edilizio per evitare ulteriore consumo di suolo e l’housing sociale. Dopo quattro mesi di discussione il provvedimento, pronto per essere portato in Consiglio regionale per l’approvazione definitiva, ha subito fino all’ultimo importanti modifiche. In particolare questa mattina è stato cambiato l’articolo 8 che permetteva di rendere abitabili sottotetti costruiti in deroga alle norme regionali.