Il decreto sicurezza bis usa il tema per speculare sulle paure

pubblicato il .

Intervento a UnoMattina su Raiuno (video).

Pensiamo che il decreto sicurezza bis - che dobbiamo ancora leggere perché è stato approvato ieri - così come quello precedente su questo tema, serva più a usare il tema della sicurezza per speculare un po’ sulle paure piuttosto che risolvere i problemi.
Mi pare che il cuore di questo decreto sia quello di dare un messaggio: chi salva i migranti in mare non lo deve fare; il problema del Paese sono le ONG per cui si mettono multe o altro.
Io, invece, penso che i problemi che andrebbero affrontati siano altri: i respingimenti, i rimpatri, in particolare i rimpatri volontari per cui sono stati tolti i soldi, con il precedente decreto sicurezza, che servivano ad aiutare le persone che volevano ritornare nel proprio Paese d’origine a farlo.
Penso anche che un altro grande problema che non si vuole affrontare sia quello degli sbarchi fantasma, cioè le migliaia di persone che arrivano dalla Tunisia con piccole barche, attraverso organizzazioni criminali anche italiane che garantiscono poi anche l’arrivo a destinazione. Questo lo dicono le Procure e anche tutti i sindaci siciliani che vivono questo problema in maniera significativa.

Video dell'intervento»





Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive