Dalla legge sulla legittima difesa un messaggio sbagliato

pubblicato il .

Intervento a Radio Anch'io su Radio 1 Rai (video).

Il PD ha fatto un’opposizione molto chiara, netta e motivata alla legge sulla legittima difesa.
Un parlamentare del PD si è astenuto nel voto sull’articolo 2 del testo con cui si introduce il concetto di turbamento, su cui concorda anche il Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, in quanto non indebolisce la possibilità di intervento della magistratura ma anzi lo amplia a fronte del tentativo di creare un automatismo che si è tentato di far passare nel testo di legge secondo cui chi si difende in casa non doveva avere alcun processo.
Trasformare questo atto in un indebolimento di un’azione dell’opposizione è un po’ troppo.
Comprendo le critiche ma penso che abbiamo fatto un’opposizione chiara al provvedimento e l’abbiamo collocata nelle sue reali dimensioni.
Oltretutto, si tratta di un tema che nel 2015 ha riguardato 7 casi di processi per abuso di legittima difesa, in cui comunque gli imputati sono stati tutti assolti tra il 2015 e il 2016.
Oggi, il tema per rendere più sicuri i cittadini, dunque, non è certo quello della legittima difesa.
Anzi rischia di essere un boomerang perché il messaggio che rischia di passare, dato dall’enfatizzazione di questa legge, sembra di essere quello che lo Stato non è in grado di difendere le persone e ciascuno deve farlo da solo.
Per fortuna in Italia resta l’obbligatorietà dell’azione penale, per cui i magistrati interverranno sempre in ogni situazione.
La legge sulla legittima difesa, quindi, è una legge manifesto ma il messaggio che manda non è che lo Stato dà maggior forza alla difesa dei cittadini ma al contrario penso che sia un messaggio sbagliato perché anziché dire che difende i cittadini, investendo in questo, sulla videosorveglianza, sulle forze dell’ordine, dice che non ce la fa a tutelare le persone e ciascuno si deve difendere da solo.

Video dell'intervento»

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive