5G: nuova sfida per Milano capitale dell'innovazione

pubblicato il .

Con l'avvio della sperimentazione della rete 5G in cinque città italiane, Milano accetta una nuova sfida e si conferma capitale dell'innovazione. Dopo l'Expo, un altro grande progetto attraverso il quale Milano rientra nelle città all'avanguardia in Europa e si candida a stare nel gruppo di testa delle metropoli europee. La rete mobile superveloce costituirà, infatti, anche una piattaforma per offrire nuovi servizi ai cittadini e alle imprese e rappresenta una grande occasione di sviluppo.
Il ministero dello sviluppo economico lancia oggi il bando che auspichiamo abbia un ampio e fertile riscontro. Con questa iniziativa il governo ha fatto la sua parte, ora tocca alla nostra città che, ne sono certo, saprà cogliere questa enorme opportunità.

Milano è una città virtuosa e attenta ai bisognosi

pubblicato il .

Milano è una città virtuosa perché ha una rete di associazioni che si occupano dei senza tetto e dei bisognosi e questa è una missione importante perché non è facile andare dalle persone, parlarci, convincerle o semplicemente indicare loro la strada per avere un letto caldo.
È storico il problema per cui non è sempre gradito l’andare in dormitori pubblici, per cui credo che l’apertura di qualche stazione della metropolitana possa essere di aiuto per evitare di lasciare al freddo delle persone durante la notte.
Noi abbiamo una rete di privato sociale, volontariato e associazioni che fanno un lavoro straordinario e il Comune fa la propria parte mettendo a disposizione le strutture.
Oggi siamo in grado, anche dal punto di vista dei pasti, di assistere tante persone e la politica deve creare le condizioni affinché chi si occupa di questo possa lavorare al meglio e avere il supporto necessario.
Su questo fronte, c’è molto da fare per la politica per riuscire a ridurre le lunghe code davanti alle mense dei poveri.

Da Sala una lezione di stile

pubblicato il .

In una Regione in cui il presidente e l’assessore al Bilancio sono rimasti saldamente al loro posto nonostante siano stati rinviati a giudizio, la scelta di Sala dell’auto sospensione dalle proprie funzioni rientra in uno stile di estrema coerenza, che va tanto più rispettato dal momento che il sindaco di Milano è di nuovo indagato nell’ambito di un’inchiesta e per vicende per cui la Procura di Milano aveva già chiesto l’archiviazione.
La scelta di Sala è una lezione anche per chi, come il M5S, ha difeso per 6 mesi a Roma l’assessore all’ambiente Paola Muraro prima di arrivare alle sue dimissioni e che oggi non sa come rispondere di fronte all’arresto di Raffaele Marra, fedelissimo della sindaca Raggi e da lei blindato nonostante le notizie lasciassero presagire l’esito odierno. Ora non faremo di certo mancare il governo a Milano. La magistratura, nella quale confidiamo come sempre, chiarisca presto ciò che tutti, compreso Sala, abbiamo appreso dai giornali.

Con la scomparsa di Veronesi, Milano perde un punto di riferimento

pubblicato il .

Ciao Umberto! Medico straordinario, persona di grande umanità, ha messo la sua intelligenza e la sua vita intera al servizio degli altri, ha avuto il coraggio delle proprie idee e la capacità di pensare con fiducia al futuro. Conoscerlo è stato un onore. Lascia il tanto che ha costruito e li si continuerà il suo lavoro per la ricerca e per la cura. Milano perde un punto di riferimento che le ha dato lustro e prestigio.