Mancato patrocinio di Regione Lombardia al Gay Pride è frutto di proclami estremisti della Lega

pubblicato il .

Intervento a Radio Lombardia.

È evidente che il mancato patrocinio al Gay Pride da parte di Regione Lombardia è coerente con i proclami estremisti del Segretario della Lega appena riconfermato dal congresso.
Il Gay Pride, a mio avviso, è una manifestazione che serve ancora in Italia perché ancora non c’è una legge che punisce chi utilizza le attitudini sessuali per mettere alla berlina o perseguitare qualcuno. In molte realtà non c’è ancora un clima positivo e, in questi anni, non sono mancati gli episodi di violenza contro gli omosessuali. Le unioni civili sono sicuramente un passo avanti ma c’è un lavoro culturale ancora da fare e manifestazioni come il Gay Pride servono a questo, così come credo che servano ancora norme antidiscriminatorie.



Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive