Progetto del Municipio 8 con il carcere di Bollate

pubblicato il .

Alla Festa dell’Unità di Milano è stato presentato un progetto del Municipio 8 con il carcere di Bollate che promuove l’impegno volontario dei detenuti in semilibertà per risistemare spazi pubblici e alloggi Aler.
Una bella iniziativa, l’idea giusta di accompagnare le persone detenute in un percorso positivo di risocializzazione.

Mafia Capitale: Importante riconoscimento del 416 bis

pubblicato il .

Con la sentenza di oggi del tribunale di Roma che in appello condanna Buzzi e Carminati riconoscendo il 416bis cioè l’associazione mafiosa, si fa giustizia.
Dopo tanti anni il negazionismo di chi per anni ha sostenuto che a Roma non ci fosse la mafia è stato sconfitto.
Dopo le sentenze di Ostia e quella di oggi si prende atto della realtà: a Roma hanno operato organizzazioni violente, capaci di intimidazioni e che hanno controllato il territorio imponendo l’omertà.
Credo che tutto il Paese debba essere grato al dott. Pignatone, al procuratore Prestipino per aver prodotto una svolta che oggi costringe tutti a fare i conti con ciò che è successo senza attenuarne la gravità.

A mano disarmata

pubblicato il .

Intervento alla presentazione del libro "A mano disarmata" di Federica Angeli alla Festa dell'Unità di Torino.

Video dell’incontro»

Credo che vada dato un riconoscimento alla giornalista Federica Angeli per il libro che ha scritto.
Le vicende che vengono raccontate nel libro “A mano disarmata” sono emerse dai fatti di cronaca riguardanti Ostia.
Nella scorsa legislatura siamo anche stati a Ostia con la Commissione Parlamentare Antimafia e abbiamo fatto tutto ciò che era possibile per occuparci di ciò che avveniva in quel territorio e per fare in modo che se ne occupasse anche la magistratura.
Su Ostia un obiettivo lo abbiamo raggiunto perché il Municipio è stato sciolto e commissariato per mafia, anche se poi ci sono ancora delle discussioni sulla questione della mafia e del reato di associazione mafiosa previsto dall’articolo 416bis nella magistratura giudicante nei processi dell’inchiesta “Mafia Capitale”.
Ostia comunque è il Municipio sciolto per mafia più grande del nostro Paese.

Il nuovo decreto anticorruzione è solo propaganda

pubblicato il .

Il ministro Bonafede che definisce il cosiddetto Decreto Anticorruzione una rivoluzione ma è evidente che fa solo propaganda per coprire un vuoto.
La vera rivoluzione nella lotta alla corruzione, come riconosciuto da tutti gli operatori, si è fatta la scorsa legislatura con la legge che ha dato poteri ad Anac, con l’aumento delle pene per un reato per cui nessuno veniva punito, con il codice degli appalti, con l’introduzione del reato di autoriciclaggio, con la legge che tutela chi denuncia quei reati nella PA.
Abbiamo messo in campo strumenti e norme efficaci e, queste si, rivoluzionarie, rispetto al passato.
Presentare il daspo o gli agenti sotto copertura, di cui discuteremo, come una svolta epocale è solo l’ennesimo tentativo di imbrogliare i cittadini.
Le norme anticorruzione ci sono e, invece di attaccare Anac o il codice degli appalti perché troppo severo, le facciano funzionare.