Il tema della prescrizione va affrontata ma la riforma del Governo non ha senso

pubblicato il .

Intervento in Tv a 7Gold.

La riforma della prescrizione, così come è proposta, dentro a un decreto in cui non c'entra nulla, avulsa da una riflessione seria su come migliorare il funzionamento della giustizia per garantire tempi certi, non ha senso.
Tuttavia, esiste il tema: la prescrizione, nata come uno strumento di garanzia per gli imputati al fine di avere tempi certi per le sentenze, stia diventando invece un modo per le difese per evitare di arrivare a sentenza. Questo è sicuramente un problema serio che va affrontato.
Il PD, negli anni in cui è stato al Governo, aveva portato avanti una riforma della Giustizia ma il nuovo Governo l'ha messa nel cassetto.
Personalmente non sarei contrario a bloccare la prescrizione dopo il primo grado di giudizio del processo ma allo stesso tempo, però, dopo il primo grado di giudizio devono essere garantiti tempi certi e rapido per arrivare alla sentenza definitiva, altrimenti si crea una penalizzazione eccessiva per gli imputati (ci sono casi in cui il processo di appello si è svolto anche a 10 anni di distanza dal primo grado di giudizio).



Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive