Intervento alla inaugurazione del festival della biodiversita'

pubblicato il .

Ci tenevo a portare un saluto perché voglio bene al Festival della Biodiversità perché credo che sia un’iniziativa importante.

Ne approfitto per fare una riflessione, visto che mi sono occupato di Expo in Regione e adesso me ne sto occupando in Senato.

A mio avviso, discutiamo troppo di Expo come straordinaria opportunità per il rilancio economico della città e della Regione, per l’indotto che può portare, il turismo, gli investimenti e far ripartire un pezzo di economia di tutto il Paese (ed è anche questo) ma, anche in rapporto a questo, dimentichiamo troppo spesso qual è il tema della manifestazione.

Nel 2015 Expo si colloca, speriamo, nel momento in cui la crisi economica tenderà a finire nel mondo e Milano sarà l’occasione per 133 Paesi di discutere del tema dell’alimentazione, che sarà un tema fondamentale in quel momento. Non credo, infatti, che alcuno di noi possa pensare che finita la crisi si ricominci come prima, con gli stessi modelli di consumo e gli stessi comportamenti.

Expo, quindi, è una grande opportunità, non solo per il 2015, ma può diventare una grande opportunità per Milano e per la Lombardia per diventare, dal 2015 in poi, il punto di riferimento per il mondo, la sede in cui si discute, si affrontano le questioni legate all’alimentazione. Expo è anche il lascito già deciso del Museo dell’Alimentazione, dei centri di ricerca e altre cose che riguardano l’alimentazione.

Credo che questo abbia un valore e, dentro questo contesto, il festival della Biodiversità può diventare importante e allargare i propri confini dentro ad un processo che spero che Milano e la Lombardia sappiano cogliere e cioè quello di diventare punto di riferimento su queste questioni per il mondo, perché questa è l’opportunità che abbiamo con Expo 2015.


Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive