Aberrante segnare la discontinuità non condannando i fascisti

pubblicato il .

Domani a manifestare al Parco Nord contro i vandalismi dei fascisti al memoriale dei deportati, Sesto San Giovanni non ci sarà col gonfalone. Così il sindaco Di Stefano offende la città medaglia d’oro della Resistenza‬ e la sua Storia. L’idea di segnare la discontinuità non condannando i fascisti è aberrante.

Incontro con i precari della Città Metropolitana

pubblicato il .

E’ già il secondo Natale che veniamo a trovare i precari della Città Metropolitana che sono costretti a questa protesta per avere delle rassicurazioni sul loro futuro.
La situazione va risolta.
Alla Camera dei Deputati è già avvenuto un fatto importante che va in questa direzione: è stato, infatti, approvato un Ordine del Giorno che dà mandato al Governo di intervenire all’interno del Decreto Milleproroghe per dare un futuro a questi lavoratori, per la loro serenità ma anche per il loro diritto a proseguire il lavoro che stanno svolgendo. Anche perché questi lavoratori sono essenziali per far funzionare i servizi e complessivamente tutta la Città Metropolitana. Senza questi lavoratori il servizio ambientale non potrebbe funzionare, così come sarebbe compromessa la manutenzione delle strade (essendoci tra loro molti cantonieri), quindi, c’è bisogno di risolvere subito la questione.

Milano Città Metropolitana

pubblicato il .

Il tema della città metropolitana appare spesso distante ai cittadini, invece, riguarda la nostra vita e il futuro di questa realtà.
Milano, in questi anni, è stata capace di trasformarsi in continuazione e ci sono stati raccontati l’orgoglio e l’amore per una città che ha saputo sempre guardare al mondo, pensando in grande e avendo come orizzonte per le sue trasformazioni il futuro.
Stiamo vivendo un periodo in cui questa città è rinata con Expo, la Fondazione Prada, le Università.
Tutti coloro che ci sono stati dicono che Milano è diventata una città europea, che ha saputo trasformarsi e ha saputo investire anche sulla sua bellezza (penso, ad esempio, alla Darsena) e anche su una parte delle sue periferie.
Oggi, Milano è diventata una città di cui andare orgogliosi. Non era così qualche anno fa. Milano ha vinto una sfida come quella di Expo e, ancora prima, ha vinto la sfida di Area C, volta a ridurre il traffico con una serie di operazioni intelligenti. Questa è la città che abbiamo di fronte e di cui ragioniamo.