La gestione pubblica dell’acqua

pubblicato il .

Intervento al convegno “La gestione pubblica dell’acqua. Politiche e modelli di gestione per il futuro dell’oro blu” (video).

Nel settore idrico, la Lombardia e la Città Metropolitana di Milano, grazie soprattutto al lavoro che stiamo facendo nell’ambito territoriale e nelle società di gestione, sta producendo esperienze innovative. Purtroppo non è così in tutto il Paese.
Vorrei fare alcune riflessioni rispetto al lavoro fatto in Parlamento su questo tema nel corso della legislatura.
Con il Decreto Madia, così come con alcuni interventi precedenti, siamo intervenuti complessivamente sulle società partecipate, sapendo che non sempre le società partecipate hanno coinciso con l’efficienza anzi, spesso, in molte aree del Paese hanno significato inefficienze e sprechi.
Questo non vuol dire demonizzare nessuna forma ma il ragionamento fatto con l’accordo tra Governo, ANCI e le società in house per sostenere che le società in house possono essere una ricchezza nel momento in cui la loro dimensione giustifica una capacità imprenditoriale, industriale e competitiva significativa è un punto serio.

5G: nuova sfida per Milano capitale dell'innovazione

pubblicato il .

Con l'avvio della sperimentazione della rete 5G in cinque città italiane, Milano accetta una nuova sfida e si conferma capitale dell'innovazione. Dopo l'Expo, un altro grande progetto attraverso il quale Milano rientra nelle città all'avanguardia in Europa e si candida a stare nel gruppo di testa delle metropoli europee. La rete mobile superveloce costituirà, infatti, anche una piattaforma per offrire nuovi servizi ai cittadini e alle imprese e rappresenta una grande occasione di sviluppo.
Il ministero dello sviluppo economico lancia oggi il bando che auspichiamo abbia un ampio e fertile riscontro. Con questa iniziativa il governo ha fatto la sua parte, ora tocca alla nostra città che, ne sono certo, saprà cogliere questa enorme opportunità.

Ripartire dalle periferie: i municipi

pubblicato il .

Intervento in un dibattito al Circolo PD Prato-Bicocca.

Sicuramente va sottolineato il tema delle periferie, ha fatto bene a farlo Beppe Sala. In questi ultimi cinque anni a Milano è stato fatto molto: è cambiato il volto della città, sicuramente in questo Expo ha aiutato. Sono anche stati fatti degli interventi importanti in alcune periferie, ad esempio con la Fondazione Prada o le Università: sono state scelte che hanno contribuito a costruire una città meno monocentrica e a creare diversi poli di attrazione.
Sono, comunque, rimasti da risolvere alcuni problemi fondamentali che ci sono in alcune periferie. Non è stato fatto tutto ciò che si poteva dal punto di vista della collocazione nelle periferie di progetti urbani di sviluppo e che potessero essere attrattivi. La vicenda della bocciatura del progetto di riqualificazione degli scali ferroviari ha portato a ritardare anche questo tipo di lavori.
Per quanto riguarda i quartieri popolari e l’edilizia residenziale pubblica, in realtà, ci sono dei problemi anche in zone centrali di Milano, come ad esempio Corso XXII Marzo.