Tre domande sul Decreto Casa

pubblicato il .

Intervista video di Manuela Perrone del Sole 24 Ore a Franco Mirabelli sul Decreto Casa

Le Commissioni Lavori Pubblici e Ambiente del Senato sono al lavoro su circa 340 emendamenti presentati al decreto legge sulla casa e su Expo 2015.
Quali sono le modifiche condivise dalla Commissione?
Sono diverse, però sottolineo l’importanza che si garantisca anche ai Comuni la possibilità di accedere al Fondo di 500 milioni per sistemare gli alloggi vuoti e metterli a disposizione. Poi ci sono le norme che stiamo modificando per garantire che quest’operazione si possa fare in tempi brevissimi e senza lungaggini burocratiche. E quelle che prevedono che le vendite degli alloggi Iacp possano essere fatte solo agli inquilini.

Il Bonus arredi torna alle origini

pubblicato il .

Le modifiche al Piano Casa per l’eliminazione del tetto previsto dalla Legge di Stabilità 2014 Detrazioni a 10 mila euro pure ristrutturando per 2 mila.
Bonus arredi di nuovo flessibile. Niente imposte di registro e bollo per i proprietari che abbassano i canoni di locazione. Tutelati gli inquilini che avevano autodenunciato l’esistenza di un contratto di locazione in nero. Deroga per gli Enti Locali e Territoriali alla possibilità di assumere personale ad hoc per Expo 2015.
Queste le proposte di modifica al Piano Casa (DL 47/2014) che si accingono ad essere introdotte, dopo la presentazione da parte dei relatori al decreto Franco Mirabelli e Stefano Esposito (PD), nel corso dei lavori nelle Commissioni Lavori Pubblici e Territorio del Senato.

DL Casa, oggi in Commissione al lavoro sugli emendamenti

pubblicato il .

Sul decreto casa si entrerà nel vivo la prossima settimana nelle commissioni Lavori Pubblici e Territorio del Senato.
Il via libera delle commissioni, ha spiegato uno dei relatori, Franco Mirabelli, dovrebbe esserci entro lunedì 7 maggio per l'approdo in Aula il giorno successivo.

"Domani completiamo l'illustrazione degli emendamenti - ha detto Mirabelli - poi la prossima settimana si vota ed entro lunedì dovrebbe arrivare il via libera per consegnare il testo all'Aula". Il decreto, dunque, approderà davanti all'Assemblea dopo il decreto lavoro. È iniziato, intanto, nelle commissioni Lavori Pubblici e Ambiente al Senato l'esame degli emendamenti al decreto Casa. Oggi, infatti, è iniziata l'illustrazione dei 340 emendamenti depositati (tra cui diversi dei relatori) e si sono fatte le ammissibilità: sarebbero circa una decina le proposte emendative cassate per estraneità di materia. I lavori, che dovrebbero concludersi tra domani e lunedì, riprenderanno domani mattina alle 8,30 dall'illustrazione degli emendamenti all'articolo 7.

I nodi del DL 47/2014 all’inizio dei lavori in Senato

pubblicato il .

Intervista a Franco Mirabelli di Beatrice Migliorini per Italia Oggi
Piano Casa pronto a partire ma resta il nodo coperture. In salvo, invece, i piani per Expo 2015. Questa la posizione dei relatori al DL 47/2014 Franco Mirabelli e Stefano Esposito (PD), all’indomani della scadenza del termine per la presentazione degli emendamenti nelle Commissioni Lavori Pubblici e Territorio del Senato.
Le misure per l’introduzione della cedolare secca al 10% fino al 2017, l’abbattimento della base imponibile dei redditi da locazione di alloggi sociali, oltre alle deroghe al piano regolatore per ristrutturare alloggi sociali rischiano, quindi, di essere riviste, corrette o addirittura eliminate nel corso dei lavori al testo che, calendario alla mano, dovrebbe approdare in Aula martedì 6 maggio. E mentre le Commissioni restano in attesa di conoscere nel dettaglio le proposte di modifica presentate dalle varie forze politiche, i relatori al testo hanno mostrato la loro perplessità sull’impianto normativo e le rispettive coperture.