La vicenda del San Raffaele ha penalizzato i lombardi

pubblicato il .

Intervento alla Festa dell'Unità a Paderno Dugnano.

Credo sia una vergogna che Regione Lombardia non si sia costituita parte civile al processo contro Formigoni. Ho fatto il Presidente della Commissione d’Inchiesta sul San Raffaele e credo che quella sia stata una vicenda che ha penalizzato i cittadini lombardi perché ha sicuramente distratto risorse che potevano essere utilizzate meglio per guardare agli interessi e ai bisogni dei lombardi.

Milano è una città virtuosa e attenta ai bisognosi

pubblicato il .

Milano è una città virtuosa perché ha una rete di associazioni che si occupano dei senza tetto e dei bisognosi e questa è una missione importante perché non è facile andare dalle persone, parlarci, convincerle o semplicemente indicare loro la strada per avere un letto caldo.
È storico il problema per cui non è sempre gradito l’andare in dormitori pubblici, per cui credo che l’apertura di qualche stazione della metropolitana possa essere di aiuto per evitare di lasciare al freddo delle persone durante la notte.
Noi abbiamo una rete di privato sociale, volontariato e associazioni che fanno un lavoro straordinario e il Comune fa la propria parte mettendo a disposizione le strutture.
Oggi siamo in grado, anche dal punto di vista dei pasti, di assistere tante persone e la politica deve creare le condizioni affinché chi si occupa di questo possa lavorare al meglio e avere il supporto necessario.
Su questo fronte, c’è molto da fare per la politica per riuscire a ridurre le lunghe code davanti alle mense dei poveri.

Una lezione a chi preferisce le guerre tra poveri

pubblicato il .

Articolo pubblicato da HuffingtonPost.

Questa mattina sono andato a trovare i ragazzi ospiti dello Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) per minori gestito da Villa Amantea a Trezzano sul Naviglio e Buccinasco, grazie alla decisione dei due sindaci di mettere a disposizione di questo progetto due beni confiscati alle mafie.
Due case utilizzate dalle famiglie ‘ndranghetiste come base per i loro traffici ora ospitano giovani che sono arrivati dall'Africa e sono senza famiglia.
Due famiglie, una senegalese e una italiana, vivono con loro.
Ho trovato ragazzi con tanta voglia di studiare, lavorare, costruirsi un futuro. Preoccupati per "le carte", che soffrono l'incertezza e i tempi lunghi delle commissioni per il riconoscimento del diritto di asilo.
Il tempo trascorso con loro ha aiutato a capire la loro determinazione: studiano, imparano, vogliono decidere del proprio futuro. Mi ha aiutato ad apprezzare il coraggio e l'amore di chi ha scelto con gratuità di rinunciare a molto per vivere con loro, di chi si commuove quando viene chiamato "mamma" e "papà".

Non c'è stata discontinuità nella gestione della sanità lombarda

pubblicato il .

Intervento in tv a 7 Gold.

Il sistema sanitario lombardo è stato più volte oggetto di inchieste da parte della Magistratura. La Giunta di Formigoni è stata fatta cadere anticipatamente con lo scioglimento del Consiglio Regionale e le dimissioni dei consiglieri perché Regione Lombardia era stata travolta da scandali che avevano come epicentro proprio il rapporto con la sanità privata e su cui le inchieste (tra cui quella riguardante il San Raffaele) sono ancora in corso.
Maroni è diventato Presidente della Regione Lombardia con la stessa maggioranza che sosteneva Formigoni ma dicendo che avrebbe garantito una discontinuità proprio sul terreno della sanità, attraverso la realizzazione di riforme radicali volte a mettere in sicurezza il sistema e ad evitare il ripetersi di episodi corruttivi.
Quello che è avvenuto è la dimostrazione che la discontinuità non c’è stata.