Su MM5 sono fuori luogo le strumentalizzazioni politiche. La regione si assuma le sue responsabilità

pubblicato il .

La mancata certificazione di sicurezza da parte del Ministero che impedisce di poter utilizzare la linea MM5, per portare una parte dei fedeli al Parco Nord in occasione della visita del Papa, è una brutta notizia.
Ma le strumentalizzazioni politiche di queste ore sembrano davvero fuori luogo.
In particolare vorremmo ricordare a Formigoni che nel comitato per la sicurezza, che ha inviato al Ministero i documenti non ritenuti dallo stesso sufficienti, la Regione Lombardia ha un rappresentante esattamente come MM e quindi deve assumersi le proprie responsabilità anziché cercare di scaricarle su altri.
Ad oggi vorremmo sapere da Formigoni, visto che solo una piccolissima parte di fedeli avrebbe potuto usufruire della MM5, quanti soldi la Regione ha messo a disposizione per il trasporto dei 700.000 fedeli fino a Bresso visto che ci risulta che non è stato dato nulla per il trasporto se si esclude il contributo a Trenord.
Infine suggeriamo al consigliere Davide Boni, prima di compiacersi per figuracce internazionali che al momento attuale non ci sono e ne ci saranno, di preoccuparsi di ciò che farà la sua Giunta regionale per risolvere il problema.

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive