Relatore ed estensore del Parere sulla legge contro il consumo di suolo

pubblicato il .

Relatore in 14° Commissione (Politiche dell’Unione Europea) dei disegni di legge nn. 769-991-1181-2383 (riguardanti il Consumo del suolo) ed estensore del Parere – per conto della Commissione - alle Commissioni 9ª (Agricoltura) e 13ª (Ambiente) riunite che hanno in esame il provvedimento. Lo schema di parere è stato favorevole con osservazioni, ed è stato approvato.

PARERE DELLA 14a COMMISSIONE PERMANENTE (Politiche dell’Unione europea) - testo scaricabile in PDF

Sul testo del disegno di legge:
(2383) Contenimento del consumo del suolo e riuso del suolo edificato, approvato dalla Camera dei deputati
(769) Loredana DE PETRIS ed altri. - Disposizioni per il contenimento del consumo di suolo
(991) Monica CASALETTO ed altri. - Disposizioni per il contenimento del consumo del suolo e la tutela del paesaggio
(1181) RUTA ed altri. - Legge quadro per la protezione e la gestione sostenibile del suolo

Relatore ed estensore del Parere su emendamenti e riforma del Codice Antimafia

pubblicato il .

Relatore per la 14° Commissione (Politiche dell’Unione Europea) degli emendamenti riferiti al disegno di legge: n. 2134 (Codice antimafia - file PDF) ed estensore del Parere alla 2° Commissione (Giustizia), dove il testo è attualmente in esame.

Il disegno di legge n. 2134 mira ad operare una revisione organica di molte disposizioni dell'ordinamento penale, e segnatamente in materia di misure di prevenzione personali (Capo I), di misure di prevenzione patrimoniali (Capo II), di amministrazione, gestione e destinazione dei beni sequestrati e confiscati (Capo III), di tutela dei terzi e rapporti con le procedure concorsuali (Capo IV), di Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (Capo V), di modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e alla legislazione complementare, nonché delega al Governo per la disciplina del regime di incompatibilità relativi agli uffici di amministratore giudiziario e di curatore fallimentare e per la tutela del lavoro nelle aziende sequestrate e confiscate (Capo VI).

Relatore ed estensore del Parere sul riordino della protezione civile

pubblicato il .

Relatore ed estensore del Parere non ostativo per conto della 14 Commissione del Senato (Politiche dell'Unione Europea) del disegno di legge n. 2068 - Delega al Governo per il riordino delle disposizioni legislative in materia di sistema nazionale della protezione civile, già approvato dalla Camera dei deputati.

Il disegno di legge in esame riguarda alcuni ambiti di competenza della Commissione.
L’articolo 1, comma 1, specifica che la delega per il riassetto della normativa sulla protezione civile è vincolata al rispetto dei principi e delle norme dell’ordinamento dell’Unione europea. Lo stesso comma 1 dell’articolo 1 stabilisce che il Presidente del Consiglio dei ministri svolge la funzione di indirizzo e coordinamento, avvalendosi del Dipartimento della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei ministri, anche per assicurare l’unitaria rappresentanza nazionale in materia presso l’Unione europea. La lettera e) del comma 1 individua, nell’ambito della delega, anche la disciplina della partecipazione degli enti di ricerca, con il fine di integrare, nelle attività di protezione civile, le conoscenze e i prodotti derivanti anche da attività di ricerca e innovazione promosse dall’Unione europea. La lettera g) del comma 1 prevede, nell’ambito della delega, la disciplina dello stato di emergenza, in cui è previsto il potere di ordinanza in deroga alle norme vigenti, nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento e della normativa dell’Unione europea.

Relatore in Commissione del Testo unico sui servizi pubblici locali di interesse economico generale

pubblicato il .

Relatore in 14° Commissione (Politiche dell’Unione Europea) dell'Atto del Governo: n. 308 (Testo unico sui servizi pubblici locali di interesse economico generale - file PDF) e estensore del Parere alle Commissioni 1ª Commissione.

Lo schema di decreto legislativo reca disposizioni sui servizi pubblici locali di interesse economico generale, in attuazione della delega conferita al Governo dal combinato disposto degli articoli 16 e 19 della legge 7 agosto 2015, n. 124. L’obiettivo dello schema di decreto legislativo è quello di dettare una disciplina generale organica del settore dei servizi pubblici locali, attraverso un riordino dell’attuale quadro normativo che è il risultato di una serie di interventi disorganici che hanno oscillato tra la promozione delle forme pubbliche di gestione e gli incentivi più o meno marcati all’affidamento a terzi mediante gara.
Le criticità da superare con l'atto in esame sono quelle relative: a) alla non adeguata qualità del servizio reso in rapporto alle risorse pubbliche investite; b) alla presenza di ostacoli alla concorrenza; c) all’assenza di adeguati strumenti di regolazione; d) ad un tessuto normativo non sufficiente e disorganico; e) alla mancanza di congrui strumenti di tutela a favore degli utenti.