Commissione Antimafia a Milano: colpire la criminalità nei quartieri popolari

pubblicato il .

Il lavoro di oggi della Commissione Antimafia ha confermato la presenza in molti quartieri popolari di Milano, spesso i più degradati, di soggetti malavitosi che gestiscono veri e propri racket delle occupazioni abusive e svolgono attività illegali, condizionando anche con intimidazioni e minacce la vita delle persone. C’è, quindi, il rischio reale che si creino delle zone franche in cui paure e insicurezze siano il prodotto di queste presenze unitamente alla sensazione di abbandono da parte delle istituzioni preposte.
È chiaro da ciò che abbiamo ascoltato che, oltre al problema dell’emergenza abitativa e alla necessità di contrastare abusivismo e occupazioni, c’è da affrontare il tema del contrasto all'illegalità nei quartieri e del dovere delle istituzioni di liberare le zone da quelle presenze (note e riconosciute) che, oltre a gestire il racket delle occupazioni abusive, rendono meno libera e meno sicura la vita di tante persone, spesso le più deboli, di questa città.
Credo, quindi, che questa del contrasto alla illegalità debba diventare una priorità e che non può ridursi alla pur importante attività di sgombero delle occupazioni in flagranza ma deve concentrarsi sulla necessità di liberare le realtà in cui prepotenza e illegalità rendono spesso difficile la vita delle persone perbene.





Comunicato stampa» 
Video dell'intervento di apertura della conferenza stampa sui temi oggetto del lavoro della Commissione Antimafia a Milano (racket delle occupazioni e illegalità nelle case popolari)» 
Video dell'intervento sul tema dell'illegalità nei quartieri popolari» 
Video dell'intervento sull'emergenza abitativa» 
Video di un'intervista sul tema dell'emergenza casa a margine della conferenza stampa» 
Video di un'intervista a Radio Lombardia per commentare i lavori della Commissione Antimafia su Expo e Case popolari» 

Tutti i video della giornata della Commissione Parlamentare Antimafia a Milano» 



Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive