La definizione dei lavori della Commissione Antimafia e dei Comitati

pubblicato il .

Intervento in Commissione Antimafia durante la discussione del regolamento per l'organizzazione dei lavori.

Intervengo sull’emendamento 20.1, sul quale nutro un dubbio. L’accesso agli atti deve essere comunque sempre autorizzato dal Presidente, in qualunque caso e per qualunque questione. Pertanto, non so se sia necessario metterlo per iscritto. Dopodiché, se manteniamo tale emendamento, la stessa previsione deve valere anche, e soprattutto, per il comma 2 dell’articolo 19. Tale comma è quello in cui si fa riferimento all’individuazione della persona che viola il segreto, cioè che accede agli atti e che viola il segreto.
Mi pare che questo sia il caso principale per cui il Presidente può vietare che quella persona possa continuare ad accedere agli atti. In ogni caso, secondo me, non è necessario specificarlo, perché il Presidente valuta di volta in volta.

I poteri del Presidente di Commissione, le missioni e le incompatibilità

pubblicato il .

Intervento in Commissione Antimafia durante la discussione del regolamento per l'organizzazione dei lavori.

Il PD è tendenzialmente propenso a mantenere, pur con alcune correzioni che abbiamo già votato, il Regolamento della Commissione Antimafia in vigore nelle legislature precedenti, perché mi pare che abbia consentito il funzionamento della Commissione per due legislature in maniera assolutamente positiva.
Non capisco, quindi, la proposta di modifica che prevede che il Presidente possa esercitare i poteri dell’Ufficio di Presidenza mentre è in missione.

La presenza della mafia nigeriana sui territori

pubblicato il .

Dopo avere consegnato, nelle scorse settimane, alla Commissione Parlamentare Antimafia un faldone con tanto di articoli dei quotidiani in cui si tratta l’argomento della mafia nigeriana, che rischia di rimanere nel campo delle opinioni e delle rivendicazioni politiche, quando richiede invece pareri autorevoli e competenti, con la collega senatrice Paola Boldrini abbiamo deciso di scrivere al presidente della Commissione, Nicola Morra, sollecitandolo a porre quanto prima il punto all’ordine del giorno.
Il Consiglio Comunale di Ferrara, ha recentemente approvato un documento, presentato dal Pd, in cui si appella, infatti, proprio alla Commissione per stabilire la presenza e consistenza o meno del fenomeno: Non si può aspettare. Abbiamo tutti bisogno di risposte certe, anche nell’ottica dei provvedimenti da adottare sui territori.
Premesso che la mafia nigeriana è prevalentemente dedita al traffico di stupefacenti e alla prostituzione, chiediamo che la Commissione ponga con urgenza all’ordine del giorno la deliberazione di un’indagine conoscitiva sulla presenza e la pericolosità della mafia nigeriana sul territorio della regione Emilia-Romagna, con particolare riferimento alla città di Ferrara.

Programmazione delle visite sui territori

pubblicato il .

Intervento in Commissione Antimafia durante la discussione del regolamento per l'organizzazione dei lavori.

Condivido – poi discuteremo al momento opportuno del metodo di lavoro – e considero utile e giusto che il Presidente della Commissione antimafia porti solidarietà alle forze dell’ordine e dia seguito a quello che ha in programma di fare.
Per correttezza, chiederei che quando penseremo alle visite da fare come Commissione, ci sia una programmazione fatta per tempo, costruita con l’Ufficio di Presidenza.
Non creerei un’ambiguità, nel senso: il Presidente legittimamente fa i passaggi e le visite necessarie, appunto come Presidente. Altro sono le delegazioni, le presenze sul territorio della Commissione, che credo giustamente vadano programmate anche per consentire a tutti, non solo di decidere quali sono i posti in cui recarsi e le priorità, ma anche per programmare la presenza di tutti.