La Legge di Bilancio

pubblicato il .

Valuto positivamente alcune delle misure contenute nella Legge di Bilancio come, ad esempio, la proroga del cosiddetto ecobonus ovvero la proroga delle misure agevolative per gli interventi di sistemazione per il verde urbano, tuttavia, su altri aspetti del testo che stiamo esaminando anche in Commissione Ambiente, restano molte riserve.
In particolare le misure contenute nei commi da 71 a 85 dell'articolo 1 per la messa in sicurezza del territorio confermano le perplessità già sollevate in passato con riferimento alla soppressione dell'unità di missione presso la Presidenza del Consiglio finalizzata ad affrontare tali problematiche. Inoltre, lo stanziamento di 8,1 miliardi di euro su un arco di dodici anni non appare adeguato rispetto alla gravità delle medesime.
Sul versante dei rifiuti, poi, i dati disponibili dimostrano che vi è una situazione di emergenza che riguarda certamente la Capitale, ma anche parti importanti dell'Italia meridionale.
In ordine a questi temi è necessario capire quale sia il disegno strategico del Governo per affrontare gli stessi e, in proposito, andrebbe fatta finalmente chiarezza. Emblematica di questa mancanza di chiarezza di idee del Governo, tra l'altro, sono gli interventi adottati con riferimento al termovalorizzatore di Acerra dal comma 466 dell'articolo 1 del disegno di legge in esame.
Il Partito Democratico proporrà che nei Rapporti che verranno approvati dalla Commissione sia contenuto un pressante invito all'adozione di misure volte ad intervenire efficacemente su tutte le problematiche connesse al tema dell'abitare, con particolare riferimento al rifinanziamento del Fondo per il sostegno agli affitti, alla proroga della misura della cedolare secca del 10 per cento per l'affitto di immobili a canone agevolato ed alle detrazioni fiscali per gli affitti di immobili in edilizia sociale.

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive