Sui rifiuti a Roma, M5S ha scelto la continuità col passato

pubblicato il .

Intervento ad Omnibus - La7 (video)

Di fronte ad un problema drammatico come quello dello smaltimento dei rifiuti a Roma, la sindaca Raggi ha scelto di nominare un assessore che ha avuto responsabilità rilevanti con diverse amministrazioni precedenti ed erano responsabilità rilevanti in quanto riguardavano direttamente il controllo di una serie di impianti che oggi determinano maggiormente la crisi della raccolta dei rifiuti in città.
Il problema dei rifiuti, così come quello dei trasporti, è quello che registra da tempo un'emergenza consolidata a Roma e, invece di mettere in campo un progetto alternativo, il Movimento 5 Stelle ha scelto la continuità e non ha neanche indicato con chiarezza quale progetto intende perseguire sul tema.
Si sapeva da tempo, infatti, che chiunque avesse vinto le elezioni a Roma avrebbe dovuto affrontare il problema dei rifiuti. Se si voleva creare una vera discontinuità rispetto al passato, quindi, trovo un po' singolare la scelta di nominare la Muraro assessore. La Muraro è l'espressione della continuità in AMA perché è la persona che controllava gran parte degli impianti e ha partecipato alla gestione dei rifiuti in tutti questi anni.

Trump tratta Salvini come un "clandestino"

pubblicato il .

Anche il candidato repubblicano alla Casa Bianca, Donald Trump, prende le distanze da Salvini. Il segretario della Lega fa una figuraccia in mondovisione e viene smentito dopo aver sbandierato ai quattro venti una fantomatica intesa con Trump. Nel solco della migliore legge del contrappasso, Salvini viene trattato come un clandestino. Corsi e ricorsi storici.

Salvini non doveva liberare Bolzano dal PD?

pubblicato il .

In un comizio il 5 maggio scorso, a Bolzano, il leader leghista Matteo Salvini parlò delle amministrative come occasione storica per sconfiggere il Pd: "Vinciamo qui (a Bolzano) e poi andiamo a Roma a chiedere il conto", aveva detto. L’Alto Adige, il principale giornale locale, in quella occasione virgolettò Salvini in questo modo: “Con Tagnin vi liberiamo dal Pd”. Questa mattina mi sono svegliato con un vuoto di memoria. Qualcuno mi aiuti: chi ha vinto le elezioni a Bolzano?

17 casi di malgoverno M5S

pubblicato il .

Le vicende grilline di queste settimane, penso a Livorno, Parma, Pomezia solo per citare le ultime in ordine cronologico, ci pongono un tema molto rilevante in vista del voto di giugno. Chi comanda nel movimento? Sarà Casaleggio jr, che è un titolare di azienda, ora derubricato a tecnico dal Direttorio? Grillo, che fa il garante e ha fatto due passi indietro? Di Maio che appare sempre più isolato? Il Direttorio, che però appare afono sulla strada tra Livorno e Parma e non è in grado di prendersi la responsabilità neanche di sospendere un sindaco? Anonimi staff? Se la Raggi o la Appendino dovessero governare Roma o Torino cosa succederebbe? Ci penserà il blog? Amministrerà lo staff? Nessuno sa chi prenderà le decisioni. Ma già adesso sappiamo come andrebbe a finire visti l’esperienza pressoché fallimentare dei 17 comuni che male amministrano. Opacità, poca trasparenza, caos, doppia morale: questa la cifra del malgoverno a 5 stelle.