C'è chi è in campagna elettorale perenne e chi lavora per dare risposte ai cittadini

pubblicato il .

Intervento a SkyTG24

Ci sono forze politiche che sono in campagna elettorale da quando è iniziata la legislatura e non hanno ancora finito e ci sono, invece, altre forze che hanno governato cercando di risolvere i problemi del Paese.
Lo scontro attuale e anche futuro sarà tra chi continua a presentare l’Italia come un cumulo di macerie, in cui tutto va male e le istituzioni non sono in grado di rispondere ai problemi dei cittadini e chi, invece, si misura quotidianamente cercando di dare risposte, pur sapendo che la situazione è difficile.
Io credo che dobbiamo pensare al Paese, dire la verità ai cittadini e lavorare per convincere gli italiani che c’è una prospettiva diversa dal sovranismo o da quelle che stanno prevalendo in alcune parti del mondo.

Le vicende della Raggi e la città di Roma

pubblicato il .

Intervento a SkyTG24.

La magistratura deve indagare e fare le verifiche necessarie. Quando si capirà se Virginia Raggi sarà rinviata a giudizio o meno si potrà anche discutere sull’opportunità del sindaco di restare in carica.
La dichiarazione su Facebook della sindaca, però, è un po’ singolare. Piuttosto che dichiarare che ha informato Beppe Grillo, sarebbe stato più opportuno se avesse detto di non aver commesso alcuna illegalità e di auspicare un rapido chiarimento di tutte le vicende. Oggettivamente, i reati che le vengono addebitati non sono di poco conto per un sindaco.
Molte volte gli esponenti del Movimento 5 Stelle hanno sollevato questioni o richiesto audizioni in Commissione Antimafia per persone che sono state semplicemente indicate dai giornali come interessate da un’inchiesta.
Serve, quindi, una maggior trasparenza dal parte del Movimento 5 Stelle: a Roma sono troppe le vicende chiacchierate.

Strumentale la polemica sul salvataggio delle banche

pubblicato il .

Intervento in tv a 7 Gold.

Associare il salvataggio delle banche alle vicende del terremoto è strumentale.
Il Governo ha messo a disposizione 20 miliardi per mettere in sicurezza le banche (cioè i correntisti e i cittadini che in quelle banche hanno i depositi) e quella cifra non è ancora stata utilizzata.
La Lega non può andare in piazza a spiegare che vanno risarciti tutti i risparmiatori, compresi quelli che hanno investito consapevoli dei rischi per poter ottenere qualcosa in più, e contemporaneamente accusare che si usano i soldi di tutti i cittadini per salvare i debiti delle banche anziché per aiutare chi è in difficoltà.

In Europa punito l'opportunismo di Grillo

pubblicato il .

Evidentemente anche in Europa si sono accorti che l’opportunismo di Grillo e compagnia non era sopportabile. La scelta di aderire all’Alde, decisa solo per convenienza a tavolino e da tempo dal guru genovese e da Casaleggio jr e imposta poi al Movimento come scelta tecnica, attraverso un presunto percorso di democrazia diretta, viene brutalmente respinta in Europa. Forse a Bruxelles non si erano accorti di chi fossero i grillini italiani. Ma evidentemente un po' di rassegna stampa è stata sufficiente per far capire ai liberali europei i valori e la cifra del movimento pentastellato.