Conte si occupi dei problemi veri che abbiamo di fronte

pubblicato il .

Intervento a SkyTg24.

Mi auguro che oggi Conte spieghi le cose vere, non come vanno le beghe tra Lega e M5S, ma che si mettano al centro i temi che riguardano gli italiani e il futuro dell’Italia. Ad esempio, come si paga la clausola di salvaguardia? Dove si trovano quei miliardi? Dove si trovano i soldi perché abbiamo sbagliato i conti sulle previsioni di crescita?
Il Presidente del Consiglio è il rappresentante del Governo e deve indicare una strada e ci deve dire come si farà ciò che è da fare comunque, a meno che non si pensi che i debiti non si pagano.
Abbiamo una serie di valutazioni sull’economia sbagliate che oggi paghiamo.
Ci sono soldi in meno che entrano e che possono andare nel bilancio dello Stato e, quindi, soldi in meno per i servizi e il welfare.
Conte dovrà anche spiegare se è d’accordo nel fare la flat tax, che costa altri 15 miliardi e dove si troveranno i soldi.
Per fare le cose in deficit ci vogliono investitori internazionali che comprino il nostro debito e che non ce lo facciano pagare tantissimo.

I cantieri sono fermi perché il Governo non decide

pubblicato il .

Intervento a Skytg24.

Questo Governo sta spendendo il 4% di ciò che è stanziato per le grandi opere e non lo sta facendo non perché non funziona il Codice degli Appalti: in realtà sono aumentati gli appalti in questi ultimi anni; il problema sono le analisi costi-benefici, i soldi bloccati perché non si sa scegliere sulla TAV… Non è il Codice degli Appalti a impedire i lavori ma è il Governo che non sa decidere.
Inoltre, si può anche modificare il Codice degli Appalti senza per questo doverlo far diventare un Codice che consente di fare qualunque illegalità.
Purtroppo in Italia il fenomeno della corruzione è molto diffuso e anche le inchieste degli ultimi mesi, dalla Lombardia fino alla Sicilia, mostrano che il problema c’è. Non credo che l’allungamento dei tempi sulle opere sia colpa del fatto che ci siano norme per garantire la trasparenza e la legalità. Oggi il problema è che il Governo non decide. Lo scorso anno sono aumentati gli appalti del 30%, quindi, il problema non è il Codice degli Appalti.

Solo un’Europa più forte e coesa può garantire il nostro Paese

pubblicato il .

Intervento a Skytg24.

È evidente a tutti che solo un’Europa più forte e più coesa può garantire al nostro Paese di reggere la competizione internazionale con Stati Uniti, Russia e Cina. È evidente che l’interesse degli italiani è, quindi, un’Europa più forte.
Gli alleati della Lega sono quelli che si sono opposti con forza quando siamo andati in Europa a chiedere di redistribuire i migranti che arrivavano. Ora sento chiedere regole nuove e meno rigore ma faccio presente che i più rigoristi in Europa sono i polacchi, gli ungheresi, gli austriaci.