Se non teme nulla, Salvini lo spieghi in Parlamento

pubblicato il .

Intervento a SkyTg24.

Come Pd stiamo chiedendo da febbraio, dai tempi dell’inchiesta dell’Espresso, che il ministro dell’Interno e leader del Carroccio Matteo Salvini venga in Parlamento a spiegarci con trasparenza cosa è successo, in che rapporti è con Savoini e perché è avvenuto quell’incontro a Mosca. Il tema non è solo se sono arrivati o meno soldi alla Lega, cosa che verrà appurata dall’inchiesta in corso, ma anche perché è avvenuta quella riunione. Se non ha niente da temere, Salvini venga nelle aule parlamentari a spiegare come stanno le cose.
Se venisse in Antimafia, cosa che come ministro dell’Interno è un anno che deve fare potrebbe anche piegarci che è certo che Siri non c’entra nulla con Arata e con le inchieste per mafia. Deve essere così, se lo ha portato ad un vertice al Viminale.

Video dell'intervento»


Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive