Questo Governo non è in grado di fare le cose importanti per il Paese

pubblicato il .

Intervento a Radio Lombardia (video).

Ieri in Senato abbiamo votato le mozioni sulla TAV e Lega e M5S hanno votato allo stesso modo su un testo che prende tempo e dice di andare avanti a studiare i costi-benefici.
Credo che prenderanno tempo fino alle elezioni europee, superando il problema dei bandi che dovrebbero essere attivati lunedì.
Oggi, inoltre, la Commissione Europea ha anche dato la disponibilità ad aumentare la co-partecipazione ai finanziamenti fino al 50%.

La TAV è un’opera importante. Questo Governo non è in grado di fare le cose importanti per il Paese e probabilmente è interessato più a sventolare le bandierine.
Lega e M5S hanno fatto un contratto di Governo in cui ognuno ha messo le proprie bandierine, al di fuori da ogni logica che guardi all’interesse del Paese e al futuro. Ci sono poi dei punti su cui non c’è l’accordo e per questo motivo il Paese è paralizzato.
Di Maio, nelle dichiarazioni riportate dalle agenzie di stampa, spiega che la TAV per M5S è una questione fondamentale ed è condizionata all’approvazione degli altri provvedimenti contenuti nel contratto di Governo e dice esplicitamente che se ci sarà una crisi di Governo salteranno tutti i provvedimenti. Si sta parlando di questo. L’ultima cosa che interessa a M5S e Lega sono il Paese e i cittadini. L’idea di fondo è di togliere ai cittadini qualcosa che avevano pensato che fosse utile e questo la dice sui danni che può provocare questo Governo.
Allo stesso modo, credo che sia evidente che il contratto di Governo è un disastro per il Paese.
Reddito di cittadinanza e quota 100, ad esempio, le pagheremo con l’aumento dell’IVA perché la clausola di salvaguardia che scatterà la pagheranno tutti gli italiani, a partire dai più poveri.
Poi vedremo gli effetti di queste misure, soprattutto del reddito di cittadinanza perché i più deboli non saranno coinvolti dato che la gestione di questo strumento è stata tolta da servizi sociali e da Comuni ed è stata lasciata in mano solo ai centri per l’impiego.
Le persone più deboli e inabili al lavoro non saranno coinvolte e non verranno segnalate da nessuno e così non riusciranno ad avere il reddito di cittadinanza.

Politicamente e nell’interesse del Paese penso che sarebbe utile che questo Governo cadesse, perché credo che non faccia il bene dell’Italia, per capirlo è sufficiente guardare i dati economici che si susseguono.
Penso che questo Governo sia dannoso per cui spero che cada.
Tutti nel PD abbiamo detto che dopo questo Governo per noi c’è lo scioglimento delle Camere e il voto, anche perché oggettivamente, anche guardando alle recenti elezioni regionali, appare cambiato il quadro politico.
È cambiata la fase.
Nello stesso centrodestra mi pare che ci sia stato un cambiamento molto serio.
C’è un elettorato che ha dimostrato una forte mobilità.
Non mi scandalizzerei se si andasse a votare e non mi pare che in Parlamento ci siano le condizioni per altro.
Certamente questo non è il momento in cui si può chiedere al PD o al centrosinistra di riassumersi la responsabilità di chiedere al Paese i sacrifici di cui purtroppo ci sarà bisogno dopo la manovra economica fatta da questo Governo.


Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive