Se aumenta lo spread non è per colpa dell’Europa

pubblicato il .

Intervento a SkyTg24.

Se aumenta lo spread non è per colpa dell’Europa. Al Governo hanno deciso di fare una manovra in deficit. Quei debiti qualcuno li deve pagare. Se vogliamo soldi per fare l’operazione in deficit significa che qualcuno ce li deve dare. Se quel qualcuno - i mercati o le famiglie o i risparmiatori - non si fida di noi, non è colpa dell’Europa ma del fatto che c’è un Def che non dà nessuna garanzia né rispetto alla crescita né rispetto al fatto che l’Italia possa mettere in ordine i propri conti.

Gli esponenti del Governo dovrebbero anche preoccuparsi di spiegare cosa ci sarà scritto nei 12 Collegati alla Legge di Bilancio, di cui vedremo il contenuto probabilmente nei prossimi anni.
Il reddito di cittadinanza, ad esempio, sembra più un’estensione del reddito di inclusione e probabilmente verrà utilizzato per pagare le bollette e sopravvivere. Per cui, spiegare che il reddito di cittadinanza metterà in moto i consumi e questo comporterà la crescita e un aumento dei posti di lavoro è un’invenzione.


Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive