Prestito Sociale delle Cooperative

pubblicato il .

Nel corso della seduta di questa notte della 5° Commissione (Bilancio) del Senato, è stato approvato l’emendamento 29.0.24 (testo 2) riguardante il prestito sociale delle Cooperative.

Per garantire tutti i soci del prestito sociale delle cooperative (non solo quelle a proprietà indivisa) sono state introdotte in finanziaria una serie di norme a garanzia dei soci che prevedono che il prestito sociale non possa superare del 30% il valore complessivo del patrimonio che ha la cooperativa e che prevedono che una parte del prestito sociale (circa il 30%) debba essere garantito da liquidità (e, quindi, che eventualmente quei soldi siano restituibili). Ci è sembrato utile tutelare il risparmio e i prestiti sociali, mettere delle regole chiare su un terreno che regole chiare prima non ne aveva. Le cooperative di Legacoop avevano già iniziato a ragionare su un regolamento interno ma è bene che si sia fatta una legge valida per tutti.

Qui il testo dell'emendamento approvato:

Fondo Sostegno Affitti

pubblicato il .

Nel corso della seduta notturna della 5° Commissione (Bilancio) del Senato, è stato approvato l’emendamento 3.0.9 (testo 2) alla Legge di Bilancio a mia firma, che ricostituisce il Fondo sostegno affitti con 20 milioni di euro in due anni (sicuramente serviranno altre risorse ma intanto è comunque un passo avanti).

Ecco il testo:

A.S. 2960
Emendamento Art. 3

Trasparenza Amministrativa degli Enti e procedure anticorruzione

pubblicato il .

Intervento al convegno "Trasparenza Amministrativa degli Enti e procedure anticorruzione" (video).

Il problema della corruzione è gravissimo in Italia. Non penso che si sia più ai livelli di tangentopoli, con quel sistema così rodato tra imprese e politica che rivelò poi Antonio Di Pietro ma la corruzione rimane comunque un grande problema per il Paese.
La corruzione, oggettivamente, condizione la competitività italiana e condiziona in maniera significativa le imprese. Dove c’è corruzione, è evidente che si trova anche una parte significativa dei soldi che vengono sottratti al Pubblico.
La corruzione, spesso, è legata all’evasione fiscale e alla creazione di fondi occulti.
È, quindi, certamente vero che le imprese sane di questo Paese devono sostenere la competizione con aziende che invece, grazie alla corruzione, investono meno sulla qualità e sulla capacità di stare sul mercato e di più su modelli negativi.
Lavorando nella Commissione Bicamerale Antimafia mi sono occupato anche della Legge Anticorruzione e delle altre leggi che abbiamo portato avanti nel corso della Legislatura su questi temi.

Il Rosatellum è una buona legge ed è l'unica possibile

pubblicato il .

Intervento in Senato durante la discussione sulla Legge Elettorale (video).

Alla Camera dei Deputati, qualche mese fa, non il PD ma altre forze politiche hanno scelto di far saltare una legge elettorale disegnata sul modello tedesco. Su quella legge vi era un ampio accordo ed è saltata perché qualcuno - M5S - ha deciso di votare una modifica del testo concordato, contrariamente a ciò che si era impegnato a fare e dimostrando, così, una strana idea degli accordi politici; pensando che quando se ne fa uno poi si può decidere liberamente e unilateralmente cosa conviene e cosa non conviene sostenere.
Quel voto, però, non ha fatto venir meno le ragioni per fare in Parlamento una legge elettorale che sia frutto di un accordo ampio tra le forze presenti in queste Camere.
Le ragioni a cui il Presidente della Repubblica ci ha spesso richiamato restano, infatti, tutte in campo.