Mozione Pd a sostegno del Ministro Kyenge

pubblicato il .

Mozione presentata da tutto il gruppo del Pd a sostegno del ministro Kyenge dopo le esternazioni del Vicepresidente del Senato Calderoli e firmata da circa duecento senatori appartenenti a quasi tutti i gruppi con l'eccezione dei gruppi della Lega e di Gal.

Il Senato,
premesso che:
con decreto del 12 giugno 2013, il Presidente del Consiglio dei ministri ha descritto le specifiche funzioni delegate, con decorrenza 29 aprile 2013, al Ministro per l'integrazione Cecile Kyenge.

Mozione sull'Autorità di regolazione dei trasporti

pubblicato il .

Presentazione di una mozione per sollecitare l'istituzione di un'Autorità di regolazione dei trasporti, come proposta dal Ministero delle Infrastrutture e sollecitata dall'Unione Europea, individuandone la sede nella città di Torino, in ragione delle specifiche competenze insediate in Piemonte, sia nel campo delle istituzioni di ricerca e alta formazione che delle produzioni industriali, in particolare dei settori ICT, automotive, aerospazio e ferroviario e per come il territorio piemontese sia interessato dalla realizzazione e alla futura operatività di due dei principali corridoi europei riconducibili alle reti TEN-T, il corridoio 5 e il corridoio 24, e come sullo stesso territorio faccia perno un sistema logistico e di trasporto di immediato riferimento per i porti italiani dell'alto Mediterraneo, decisivo per lo sviluppo di tutto il Paese.

Mozione sull'estrazione di idrocarburi nell'Adriatico

pubblicato il .

Mozione presentata dai Senatori PD Caleo, Mirabelli, Tomaselli, Pezzopane, Astorre, Collina, Cuomo, Fabbri, Fissore, Giacobbe, Manassero, Morgoni, Orrù, Puppato, Sollo, Vaccari sull'estrazione di idrocarburi nel medio-alto Adriatico. Scopo della mozione è quello di fare in modo che vengano resi noti i piani di sicurezza e le tecniche utilizzate per l'estrazione degli idrocarburi e verificare che questi siano conformi alle regole, oltre che consentire una corretta valutazione dei rischi che tale attività comporta per i cittadini residenti nelle aree territoriali interessate e mettere in atto misure volte a tutelare l'equilibrio biologico dell'ambiente marino adriatico.

Testo della mozione: 

Mozione per chiedere misure urgenti di contrasto alla povertà

pubblicato il .

Mozione presentata in Senato per chiedere al governo di adottare misure urgenti in materia di contrasto alla povertà e all'impoverimento, anche in relazione agli effetti generati dalla crisi e dal progressivo smantellamento del welfare. Ulteriori 300 milioni di euro da destinare ad aumentare il fondo nazionale per le politiche sociali e fare in modo che siano subito disponibili alle Regioni (quindi agli enti gestori), ulteriori risorse per estendere la sperimentazione della nuova social card e finanziare la social card già esistente, ulteriori 100 milioni da destinare, sempre tramite le Regioni, al sostegno della morosità incolpevole, al fine di evitare che i fenomeni di impoverimento determinino la perdita dell'abitazione: queste sono alcune delle richieste avanzate dai senatori del Partito Democratico Lepri, Zanda, Mirabelli, Angioni, Amati, Astorre, Cantini, Chiti, Cirinnà, Cociancich, D'Adda, Del Barba, Di Giorgi, Fedeli, Favero, Gatti, Ghedini, Marcucci, Martini, Morgoni, Orrù, Padua, Pezzopane, Pinotti, Spilabotte, Vaccari e Vattuone nel testo della mozione.