Prestito sociale e cooperative

pubblicato il .

Interpellanza inerente il prestito sociale e le cooperative.

Testo dell'interpellanza:

Al Ministro dell'economia e delle finanze.
Premesso che:
il settore della cooperazione esprime un modello di impresa che ha saputo coniugare per decenni economia e coesione sociale, equità e benessere diffuso in ampie aree del nostro Paese. La sua evoluzione e il suo radicamento hanno plasmato interi territori, creando occupazione, dinamismo economico, alimentando, attraverso un sistema mutualistico, una cultura di solidarietà e di benessere diffuso;

L'istituzione della Procura europea

pubblicato il .

Interpellanza per chiedere al Ministro della Giustizia le ragioni per cui si sia ritenuto di non aderire al progetto di cooperazione rafforzata previsto dall'Unione Europea per istituire la Procura Europea e quali misure si intendono adottare per rafforzare la governance europea in materia di lotta antifrode.

Testo dell'interpellanza:

Al Ministro della giustizia.

Premesso che:

Le mamme in carcere con i bambini

pubblicato il .

Non avremmo voluto sentire ancora nel 2016 notizie di bambini in carcere con le loro madri. La denuncia della Garante dei diritti delle persone private della libertà del comune di Bologna, Elisabetta Laganà, ha fatto emergere però il nuovo caso, non certo l'unico, di due bimbi di 5 e 18 mesi che vivono con la loro mamma nel carcere della Dozza a Bologna. L'alternativa c'è, prevista dalla legge in vigore dal 2014: le case famiglia protette e gli istituti a custodia attenuata per le detenute madri che non possono beneficiare di pene alternative. Abbiamo predisposto, insieme a 42 senatori, un'interpellanza urgente al Governo perché si renda effettiva la possibilità di trasferire questi bambini e le loro madri in case famiglia protette.

Testo dell'interpellanza:

Ai Ministri della giustizia e per gli affari regionali e le autonomie

Interpellanza inerente i trattamenti di radioterapia

pubblicato il .

Adesione ad un'interpellanza presentata in modo trasversale da senatori appartenenti a tutti i gruppi politici inerente i trattamenti di radioterapia per cittadini affetti da patologie oncologiche.

Testo dell'interpellanza:

Ai Ministri della salute e dell'economia e delle finanze.

Premesso che:
la disciplina della radioterapia è considerata terapia salvavita, sin da tempi in cui si utilizzavano tecniche 2D, e negli anni l'evoluzione tecnologica ha permesso di utilizzare tecniche moderne e sofisticate, in grado di "guarire" talune patologie neoplastiche senza sequele, con conseguente sgravio economico sul servizio sanitario nazionale. Invero, talune neoplasie, un tempo trattate solo chirurgicamente, possono oggi essere trattate con la radioterapia evitando al paziente i disagi propri di un intervento chirurgico, sempre altamente invasivo;