Il passaggio parlamentare per la scelta delle Presidenze delle Camere è stato poco edificante

pubblicato il .

Intervista allo speciale del Tg3 (video - dal min.22.19).

Un Governo M5S-Lega sarebbe la presa d’atto di un risultato elettorale e la conferma del fatto che gli elettori hanno deciso che il posto del PD è all’opposizione, come abbiamo sempre detto.
Il passaggio parlamentare per la scelta delle Presidenze delle Camere, però, è stato poco edificante e ha ricordato molto la Prima Repubblica.
È stata una discussione esclusiva tra centrodestra e M5S, costruita su un accordo poco trasparente, poco decifrabile e fatto con un percorso di candidature finte.
Il PD rispetterà le due figure scelte dal Parlamento, come ha chiesto il Presidente della Repubblica, e riconosceremo il loro valore istituzionale ma non ci è piaciuto il percorso con cui ci si è arrivati.
Ieri, infatti, il PD aveva votato per due volte scheda bianca, chiedendo che ci fosse un percorso di coinvolgimento pieno di tutte le forze politiche che sono in Parlamento ma è evidente che, invece, tutto si sia svolto nelle segrete stanze tra il centrodestra e M5S: non c’è stata alcuna volontà di coinvolgere tutto l’arco parlamentare, quindi, ne abbiamo preso atto e oggi abbiamo votato i nostri candidati Giachetti alla Camera e Fedeli al Senato.

La Legislatura parte con la spartizione Lega-M5s

pubblicato il .

L'elezione di Roberto Fico a Presidente della Camera di Elisabetta Casellati a Presidente del Senato mostra che la legislatura parte male, con un accordo tra M5S e centrodestra a trazione leghista che investe anche le più alte cariche istituzionali del Paese, il luogo del dialogo come il Parlamento.
E’ evidente che M5S e Lega non sono all’altezza di questo compito, come Pd siamo coerenti e non partecipiamo a questa spartizione.

Venerdì 23 marzo prima seduta della XVIII Legislatura

pubblicato il .

Venerdì 23 marzo, alle 10,30, è convocata l'Assemblea con il seguente ordine del giorno: la costituzione dell'Ufficio di Presidenza provvisorio, la costituzione della Giunta provvisoria per la verifica dei poteri e proclamazione dei Senatori subentranti e la votazione per l'elezione del Presidente.

SENATO DELLA REPUBBLICA

—— XVIII LEGISLATURA ——

Venerdì 23 marzo 2018 alle ore 10,30 1 a Seduta Pubblica

ORDINE DEL GIORNO

I. Costituzione dell'Ufficio di Presidenza provvisorio

II. Costituzione della Giunta provvisoria per la verifica dei poteri e proclamazione dei Senatori subentranti

III. Votazione per l'elezione del Presidente

Noi saremo in campo e faremo opposizione

pubblicato il .

Intervento ad Aria Pulita - 7 Gold.

Il PD ha già chiarito che non sosterrà né un Governo M5S né un Governo del centrodestra perché non è questo che ci hanno detto gli elettori: altri hanno vinto le elezioni. Se Di Maio o Salvini vogliono andare al Governo non sarà con i nostri voti ma questo non ha mai significato Aventino.
E' scritto anche nel documento della Direzione PD.
Noi saremo in campo e faremo opposizione. Resta il fatto che è incredibile che ci venga chiesto sostegno per formare un Governo da chi, in questi anni, ha fatto di tutto per delegittimarci.
Saremo comunque attenti a ciò che proporrà il Presidente della Repubblica.