Dal nuovo Presidente del Consiglio un discorso senza traccia di futuro

pubblicato il .

Intervento in Senato durante la discussione della fiducia al nuovo Governo (video).

In una Repubblica Parlamentare è nelle Aule del Senato e della Camera dei Deputati che il Governo ottiene la fiducia.
In Senato si sta votando la fiducia ad un Presidente del Consiglio che non è stato eletto dai cittadini, ad una coalizione che non è stata scelta dai cittadini e ad un Governo in cui ci sono molti tecnici.
Fino a qualche mese fa in queste Aule, le forze politiche dell’attuale maggioranza consideravano Governi siffatti “abusivi”.
Non lo erano allora e non lo sono neanche adesso.
Oggi come allora, la legittimazione viene dal Parlamento.
Non faremo opposizione mettendo in discussione la legittimità di questo Governo, non perché lo chiede il Presidente del Consiglio ma per rispetto delle istituzioni e per rispetto dei cittadini.

Chi mette in discussione la nostra collocazione e le nostre alleanze internazionali indebolisce l’Italia

pubblicato il .

Intervento svolto in Senato durante la discussione sull’informativa sulla situazione in Siria (video).

Vogliamo ribadire innanzitutto, in occasione di questo dibattito, il nostro pieno sostegno e la condivisione del Partito Democratico delle scelte fatte dal Governo italiano in queste giornate difficili.
Voglio subito ringraziare il presidente Gentiloni per la chiarezza con cui ha illustrato in questa Aula le ragioni e la sostanza delle scelte fatte.
In primo luogo, vi è la solidarietà nei confronti degli alleati che, di fronte all'inaccettabile utilizzo delle armi chimiche da parte del regime siriano, hanno reagito bombardando obiettivi definiti.
È stato un intervento sanzionatorio che, per stessa dichiarazione di USA, Francia e Gran Bretagna, resta circoscritto a questo obiettivo. In secondo luogo, contrarietà a ogni ulteriore escalation militare.
Terzo, l'impegno a dare forza alle iniziative di pace, chiedendo a tutti Paesi di assumersi la responsabilità di favorire una soluzione pacifica dei conflitti, lavorando già a partire dalla conferenza di Bruxelles prevista per il 24 e il 25 aprile e soprattutto dal sostegno al lavoro dell'inviato dell'ONU Staffan de Mistura.

Utilizzo di loghi istituzionali in iniziative di partito

pubblicato il .

Adesione ad un'interrogazione sull'utilizzo del logo del Ministero della Salute per un'iniziativa di M5S.

Testo dell'interrogazione:

Atto n. 3-00589 (in Commissione) - Pubblicato il 7 febbraio 2019, nella seduta n. 89

Al Ministro della salute.

Premesso che:

in data 30 gennaio 2019 è stato organizzato presso il Parlamento europeo un evento dal titolo "Expanded Newborn Screening Programme", a cura dell'eurodeputato del MoVimento 5 Stelle Fabio Massimo Castaldo col sostegno del MoVimento 5 Stelle e del gruppo politico "Europe of freedom and direct democracy";

I requisiti per la nomina alla Consob

pubblicato il .

Adesione ad un'interrogazione sul possibile conflitto di interessi del Prof. Savona in caso di nomina alla Consob.

Testo dell'interrogazione:

Atto n. 3-00588 (con carattere d'urgenza) -pubblicato il 6 febbraio 2019, nella seduta n. 88

Al Presidente del Consiglio dei ministri.

Premesso che:

come riportato da diversi organi di stampa i due partiti di maggioranza del Governo, Lega e Movimento 5 Stelle, avrebbero concluso un accordo per nominare il Ministro per gli affari europei, Paolo Savona, alla presidenza della Commissione nazionale per le società e la borsa (Consob);