I primi 100 giorni in Senato

pubblicato il .

La sintesi delle cose fatte, i risultati ottenuti e i prossimi obiettivi (file pdf).
Il lavoro nelle Commissioni, le interrogazioni, le proposte presentate, gli interventi in Aula e le richieste al Governo sulle tematiche di interesse nazionale ma anche delle realtà del territorio di Milano e della Lombardia su Expo, case popolari e cooperative a proprietà indivisa, ambiente, infrastrutture e trasporti, enti locali, lavoro e occupazione, carceri, cie, immigrazione, tutele e diritti.
Nei mesi scorsi, grazie al lavoro svolto in Parlamento, sono stati migliorati e approvati sei decreti che hanno messo in campo molte azioni per lo sviluppo e l’occupazione e si sono ottenuti importanti risultati per i cittadini, gli Enti Locali e le imprese.
 

Grillini indifferenti ai diritti dei reclusi

pubblicato il .

In Senato M5S insieme alla Lega fa ostruzionismo contro il decreto che estende la possibilità di ricorrere a pene alternative e agli arresti domiciliari, cancellando tra l'altro l'assurda proibizione di dare pene alternative al carcere per chi è recidivo pur colpevole di piccoli reati. Non è un provvedimento che risolve l'emergenza carceri, drammatica nel nostro Paese, ma un provvedimento utile in attesa di approvare, anche al Senato, il disegno di legge già approvato alla Camera sulla situazione carceraria.
Dalla Lega ci aspettavamo il solito atteggiamento propagandista, la solita retorica sui pericoli che corrono i cittadini, sulle conseguenze drammatiche di un provvedimento che secondo loro libererebbe moltitudini di criminali e assassini. E' la solita strategia della paura.
Ma è grave che si accodino anche i grillini, indifferenti ai diritti dei detenuti quotidianamente messi in discussione da una condizione carceraria inaccettabile per cui il nostro Paese e' già stato condannato in diverse sedi internazionali.
Evidentemente per M5S le aspirazioni di giustizia e libertà si fermano davanti ai cancelli del carcere.

I primi tre mesi in Senato

pubblicato il .

La sintesi delle attività svolte nei primi tre mesi al Senato (file pdf) con lo scopo di realizzare interventi in grado di migliorare la vita dei cittadini, mantenendo sempre alta l’attenzione, oltre che sulle questioni nazionali, anche sulle problematiche milanesi e lombarde, con un occhio di riguardo a quanto avviene nei nostri quartieri.
Expo, la sospensione dell'IMU per i residenti di case in cooperativa a proprietà indivisa, l'emergenza abitativa, le disposizioni sulla TARES, la necessità di rivedere il patto di stabilità per i Comuni, le misure da adottare per contrastare l'impoverimento, il rifinanziamento degli ammortizzatori sociali, i lavoratori di SEA Handling, la lotta al consumo di suolo e la prevenzione al dissesto idrogeologico, il caso Aldrovandi e la tragedia di Niguarda, le leggi per contrastare la violenza sulle donne e garantire a tutti uguali diritti e evitare discriminazioni: questi i temi sollevati con la presentazione di interrogazioni, mozioni, proposte di legge, interpellanze, richieste al Governo e lavoro nelle Commissioni. 
Sintesi delle attività svolte in questi mesi - pdf

EXPO 2015, Emendamento PD: spese degli enti locali fuori dal Patto di Stabilità

pubblicato il .

Un emendamento al Dl emergenze, presentato dal Pd a prima firma di Franco Mirabelli, chiede che le spese del Comune di Milano, della Provincia di Milano e della Regione Lombardia, "per la realizzazione degli interventi necessari alla realizzazione dell'Expo 2015, nonchè agli interventi di manutenzione straordinaria" fatti entro il 2015, non siano conteggiati "ai fini dei vincoli finanziari fissati dalle regole del patto di stabilità interno".
Il decreto Emergenze è in conversione al Senato, assegnato alle commissioni congiunte Territorio e Lavori pubblici.