Finalmente si costituiscono le aree metropolitane

pubblicato il .

Il provvedimento che approviamo oggi al Senato avvia concretamente, dopo tanti anni di attesa, la costituzione delle aree metropolitane dando seguito al dettato costituzionale.
Si avvia finalmente,dopo tanti dibattiti il processo di costituzione della città metropolitana di Milano iniziando il percorso di insediamento dell'assemblea metropolitana e di definizione del suo Statuto. In capo al sindaco di Milano e di tutti gli altri sindaci dell'attuale provincia sta oggi la responsabilità di realizzare un progetto che servirà a dare più efficacia alle politiche di sviluppo nella nostra area metropolitana e indicare le scelte utili per garantire una migliore qualità della vita nel nostro territorio grazie ai poteri che al nuovo ente verranno garantiti.
L'obbiettivo di eleggere la prossima volta direttamente il sindaco dell'area metropolitana è oggi più vicino.

Calendarizzare ddl su fine vita

pubblicato il .

"L'appello del Capo dello Stato va raccolto, in Senato si avvii la discussione sul disegno di legge di Ignazio Marino che prevede dichiarazioni di volontà anticipate nei trattamenti sanitari, al fine di evitare l'accanimento teraputico". Lo chiedono, in una nota a prima firma di Andrea Marcucci, i senatori del Pd Laura Cantini, Roberto Cociancich, Vincenzo Cuomo, Isabella De Monte, Stefano Esposito, Valeria Fedeli, Maria Grazia Gatti, Rita Ghedini, Patrizia Manassero, Franco Mirabelli, Stefania Pezzopane, Francesca Puglisi, Gianluca Rossi e Maria Spilabotte. "La tecnologia è in grado di prolungare artificialmente la vita di una persona-sottolineano i parlamentari- anche quando non troverà più una condizione di esistenza accettabile. Da qui l'esigenza di avere uno strumento come il testamento biologico, per riaffermare la volontà prioritaria del paziente. E' un tema che il Parlamento non può continuare ad ignorare, per questo auspichiamo una rapida calendarizzazione del disegno di legge del Pd", concludono i senatori.

DL Enti locali: ostruzionismo M5S e Lega contro l'Expo

pubblicato il .

L'ostruzionismo di Lega e M5S toglie 25 milioni a Expo. Il governo ha dovuto oggi ritirare il decreto legge Salva Roma, costretto dall'incomprensibile scelta del Carroccio e dei grillini di boicottare una legge utile per affrontare problemi urgenti degli enti locali. Tra i provvedimenti già approvati al Senato, c'era uno stanziamento necessario per la realizzazione di Expo, al quale oggi si dovrà provvedere diversamente. Il nuovo governo garantirà quei soldi con altre misure, ma resta grave la scelta della Lega e di M5S di esaurire la propria funzione nelle istituzioni nel tentativo di impedire al Parlamento di lavorare e di togliere la possibilità alla maggioranza di decidere.
Questa volta sono Milano e l'Expo a subire i danni di queste scelte irresponsabili e rischiano di essere i cittadini a pagare il prezzo dei ritardi a cui il governo è costretto.

Il sistema Sedriano

pubblicato il .

Il senatore Franco Mirabelli, in veste di Capogruppo PD in Commissione Antimafia, ha aggiunto: “E’ importante mobilitarsi come sta facendo il Partito Democratico. La Lombardia è quarta Regione per presenze mafiose (soprattutto ‘ndrangheta) e la terza per beni confiscati alle organizzazioni criminali. La mafia è invisibile ma questo non significa che sia meno pericolosa o meno invasiva. È cambiata, non è più mafia con coppola e lupara bensì mafia dai colletti bianchi. Esiste anche un’estesa zona grigia in cui si confondono vittime e colpevoli. L’emblema di questa situazione è Sedriano, in cui si sono mescolati interessi particolari, voto di scambio, criminalità organizzata, funzionari pubblici infedeli e professionisti che hanno lucrato. È importante tenere sempre alta la guardia. Non è sempre facile capire se le persone con cui si parla sono perbene o meno. Una cosa è certa: la criminalità organizzata è forte ma lo è anche l’antimafia”.
Fonte: Ordine e Libertà