Garantire il rispetto delle leggi che vietano movimenti di ispirazione fascista

pubblicato il .

La vicenda romana di Torre Maura a Roma, che abbiamo letto dalle cronache dei giornali, si è mostrata essere completamente fuori controllo e a questo si è aggiunta l’evidente e insopportabile strumentalizzazione da parte di forze politiche come Casa Pound e Forza Nuova, spesso presenti e attive nelle periferie romane, che hanno soffiato sul fuoco e continuano ad alimentare tensioni.
La protesta, infatti, non sembrava essere totalmente spontanea: credo che ci sia stato un ruolo da parte delle organizzazioni politiche di estrema destra che vogliono promuovere e suscitare odio sociale e razzismo e continuano a soffiare sul fuoco dell’intolleranza.
Su questo, come gruppo PD, abbiamo presentato un'interrogazione.

Testo dell'interrogazione:

Atto n. 4-01554 - Pubblicato il 16 aprile 2019, nella seduta n. 108

Al Ministro dell'interno.

Premesso che, a giudizio degli interroganti:

i fatti scaturiti dal trasferimento di una comunità di 77 nomadi, tra cui 22 donne e 33 minori, nel centro di accoglienza di Roma, nel quartiere di Torre Maura, sono di una gravità inaudita e preoccupante per la tenuta democratica e civile del nostro ordinamento repubblicano, ispirato ai valori costituzionali della tolleranza e del rispetto della dignità della persona umana in quanto tale;

calpestare fino a distruggere il cibo destinato alla comunità ospite della struttura di accoglienza è un atto indegno, reso ancor più riprovevole dalle parole che hanno accompagnato quel gesto: parole cariche di violenza e odio razziale;

tenuto conto che:

i fatti come quelli di Torre Maura si ripetono con sempre maggiore frequenza e intensità nel nostro Paese, e sempre a danno di minoranze etniche: rom, sinti, immigrati, rifugiati, ebrei;

il malessere sociale, sempre evocato a giustificazione di tali accadimenti, è un espediente utile a spostare l'attenzione da fenomeni di istigazione all'odio razziale e discriminazione razziale, di puro razzismo, che nel frattempo lievitano nel nostro tessuto sociale, compromettendo irrimediabilmente la convivenza civile;

purtroppo il malessere sociale, lo sfruttamento della prostituzione, la dispersione scolastica, l'emarginazione, il degrado, nelle aree periferiche, sono dovuti a cause molto più complesse, quali, ad esempio, la cronica assenza servizi pubblici essenziali e di presidi territoriali di assistenza e non certo alla presenza di minoranze etniche;

considerato che:

forze di estrema destra, dichiaratamente di ispirazione neofascista, come "Casapound" e "Forza Nuova", alimentano l'odio razziale e il rancore nei luoghi in cui le condizioni di disagio si manifestano con maggiore evidenza e preoccupazione;

gli accadimenti di Torre Maura non sono nuovi. Per rimanere nel perimetro di Roma capitale, già nel 2014 esponenti della destra estrema attaccarono, anche con lanci di bombe molotov, il centro "Morandi", nel quartiere di Tor Sapienza; nel 2015 militanti di Casapound hanno tentato di impedire con la forza, fino ad arrivare allo scontro con le forze dell'ordine, l'arrivo di un gruppo di rifugiati nel centro di accoglienza allestito presso l'ex scuola Socrate, nel quadrante nord della città, presso Casale San Nicola; nel 2017 in via del Frantoio, nel quartiere Tiburtino III, si è verificata una irruzione nella struttura gestita dalla Croce Rossa di accoglienza per profughi,

si chiede di sapere se e quali provvedimenti di sua competenza il Ministro in indirizzo intenda adottare al fine di garantire il rispetto della normativa vigente in materia di scioglimento di organizzazioni e partiti di ispirazione fascista, che incitano all'odio e alla discriminazione razziale e che si sono macchiati ripetutamente di apologia del fascismo.

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive