La Lega fa comizi agli studenti nelle scuole

pubblicato il .

Adesione ad un'interrogazione del Gruppo PD riguardante il comizio della Lega fatto agli studenti di una scuola a Torino.

Testo dell'interrogazione:

Atto n. 3-00659 (con carattere d'urgenza) - Pubblicato il 5 marzo 2019, nella seduta n. 96

Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca.

Premesso che, per quanto risulta agli interroganti:

da quanto si apprende da notizie di stampa, in data 27 febbraio 2019, gli studenti di alcune classi quinte dell'istituto tecnico-commerciale "Germano Sommeiller" di Torino sono stati costretti ad assistere a un comizio elettorale contro migranti, sbarchi e Europa da parte di un parlamentare europeo della Lega.

All'incontro erano presenti, inoltre, i rappresentanti della Camera di commercio, dell'Unione industriale e dell'Api Torino;

alcuni genitori hanno denunciato il fatto che i figli abbiano ricevuto, nel corso della conferenza "Torino's Business. Andata e ritorno per l'Europa", materiale di propaganda che non presenta alcun legame con la motivazione addotta a presupposto dell'iniziativa stessa, ovvero una lezione inserita nell'ambito dei progetti di alternanza scuola-lavoro;

appare di difficile comprensione, infatti, come un comizio ad avviso degli interroganti di stampo razzista e xenofobo possa essere considerato un'attività didattica, alla quale, peraltro, i ragazzi sono stati obbligati a partecipare per volontà del dirigente scolastico;

una studentessa, infatti, ha dichiarato come il dirigente scolastico abbia "diffuso una circolare in cui ordinava di partecipare alla conferenza e in caso di assenza richiesto la giustificazione";

nel libro distribuito agli studenti dal titolo "Migrant crime wave" (L'onda del crimine migrante), opera dell'eurodeputato pro Brexit Janice Atkinson, membro dello stesso gruppo "Europe of nations and freedom", si sostiene la tesi che l'Europa nasconda i crimini dei migranti, nonché l'aumento degli stupri da loro causati;

nel libro, che contiene una prefazione del vice presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Salvini, nonché una sua fotografia mentre dorme al Cara di Mineo, si afferma in particolare, che: "le pubblicazioni che studiano il comportamento criminale dei migranti mostrano, in genere, che i migranti sono più aggressivi dei nativi". Inoltre, si legge che: "uno studio svizzero mostra che gli uomini migranti maltrattano e feriscono le loro mogli in gravidanza dieci volte più frequentemente rispetto ai locali";

le ragioni per cui tale iniziativa è stata definita dal dirigente uno studio sull'utilizzo dei fondi europei e sulle possibilità offerte alle imprese, anche nell'ambito dell'alternanza scuola-lavoro, appaiono palesemente pretestuose e prive di ogni evidenza didattica,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza dei fatti esposti;

se non ritenga doveroso adoperarsi perché non sia consentita alcuna propaganda che possa risultare razzista e xenofoba all'interno degli istituti scolastici di ogni ordine e grado;

se non ritenga necessario e urgente, anche alla luce dell'importanza del ruolo formativo svolto dalla scuola, intervenire con propri atti perché venga severamente punito tale fatto di incredibile gravità.

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive