Sbloccare il Fondo delle Vittime di Mafia per pagare gli avvocati

pubblicato il .

Intervento in Senato (video).

Intervengo per chiedere al Ministero degli Interni di avere risposta all’interrogazione pubblicata il 18 luglio 2019, atto n. 3-01046.
Credo, infatti, che sia urgente una risposta e un intervento del Ministero degli Interni.
L’interrogazione tratta del Fondo Nazionale a favore delle vittime di mafia, che consente alle vittime della mafia, ma anche ai soggetti che si costituiscono parte civile, di poter avere avvocati che hanno la sicurezza e la certezza di essere pagati alla fine del procedimento direttamente da questo Fondo istituito dal Ministero della Giustizia.
Il 18 gennaio 2019, il Comitato di Indirizzo ha presentato una circolare che di fatto ha bloccato retroattivamente i Fondi e il pagamento degli avvocati che assistono sia i Comuni che le associazioni antiracket che si costituiscono parte civile.
È evidente che o si ristabilisce la norma - cioè la possibilità di attingere al Fondo - affinché gli avvocati possano ricevere il pagamento certo da parte dello Stato oppure si rischia che sia le associazioni antiracket sia gran parte dei Comuni di piccole dimensioni non possano più costituirsi parte civile, indebolendo la presenza dello Stato e della società civile nei processi per mafia.
Chiedo, quindi, che venga sollecitato il Ministro degli Interni ad intervenire su questo punto e a dare risposta ad un’esigenza che mi pare urgente.

Video dell'intervento»
Testo dell'interrogazione»




Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive