900 milioni per la metro 5 a Monza

pubblicato il .

Insieme a colleghi di maggioranza e opposizione, ho presentato un emendamento alla Legge di Bilancio per finanziare il prolungamento della metro 5 a Monza: nel testo chiediamo di destinare all’intervento 900 milioni di euro spalmati dal 2019 al 2027.
La legge di bilancio, suggeriamo, dovrebbe prevedere «almeno 15 milioni» per il prossimo anno, 10 per il 2020, 25 per il 2021, 95 per il 2022, 180 per il 2023, 245 per il 2024, 200 per il 2025, 120 per il 2026 e gli ultimi 10 milioni per il 2027.
La proposta è stata firmata, tra gli altri, per il PD da me e Roberto Rampi, dai leghisti Massimiliano Romeo, Emanuele Pellegrini ed Erica Rivolta, dai pentastellati Gianmarco Corbetta e Alessandra Riccardi, dai forzisti Anna Maria Bernini e Stefania Craxi, da Francesco Laforgia di Leu.


Testo dell'emendamento:

A.S. 981
Emendamento 1568
Art.1 

All’Articolo 1, al comma 59, è aggiunto in fine il seguente periodo: “Sono destinate al prolungamento della linea metropolitana 5 (M5) da Milano fino al Comune di Monza risorse pari ad almeno 15 milioni di euro per il 2019, 10 milioni di euro per il 2020, 25 milioni di euro per il 2021, 95 milioni di euro per il 2022, 180 milioni di euro per il 2023, 245 milioni di euro per il 2024, 200 milioni di euro per il 2025, 120 milioni di euro per il 2026 e 10 milioni di euro per il 2027”.


Nel corso della discussione in Commissione, il testo dell'emendamento è poi stato riformulato in:

1.568 (testo2) 
Al comma 59, è aggiunto infine il seguente periodo: «A valere sul fondo di cui al comma 58, sono destinate al prolungamento della linea metropolitana 5 (M5) da Milano fino al Comune di Monza risorse pari ad almeno 15 milioni di euro per il 2019, 10 milioni di euro per il 2020, 25 milioni di euro per il 2021, 95 milioni di euro per il 2022, 180 milioni di euro per il 2023, 245 milioni di euro per il 2024, 200 milioni di euro per il 2025, 120 milioni di euro per il 2026 e 10 milioni di euro per il 2027».

---

[Art.1 Comma 59. Il fondo di cui al comma 58 è finalizzato al rilancio degli investimenti delle amministrazioni centrali dello Stato e allo sviluppo del Paese. Una quota del fondo di cui al comma 58 è destinata alla realizzazione, allo sviluppo e alla sicurezza di sistemi di trasporto pubblico di massa su sede propria.]

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive