m6

A mano disarmata

Intervento alla presentazione del libro "A mano disarmata" di Federica Angeli alla Festa dell'Unità di Torino.

Video dell’incontro»

Credo che vada dato un riconoscimento alla giornalista Federica Angeli per il libro che ha scritto.
Le vicende che vengono raccontate nel libro “A mano disarmata” sono emerse dai fatti di cronaca riguardanti Ostia.
Nella scorsa legislatura siamo anche stati a Ostia con la Commissione Parlamentare Antimafia e abbiamo fatto tutto ciò che era possibile per occuparci di ciò che avveniva in quel territorio e per fare in modo che se ne occupasse anche la magistratura.
Su Ostia un obiettivo lo abbiamo raggiunto perché il Municipio è stato sciolto e commissariato per mafia, anche se poi ci sono ancora delle discussioni sulla questione della mafia e del reato di associazione mafiosa previsto dall’articolo 416bis nella magistratura giudicante nei processi dell’inchiesta “Mafia Capitale”.
Ostia comunque è il Municipio sciolto per mafia più grande del nostro Paese.

Battaglia senza remore per difendere il futuro del Paese e la democrazia

Intervento alla Festa dell'Unità a Milano (video).

Se la gente avesse votato guardando ai risultati dell’azione di Governo e alla capacità di mettere in campo risposte concrete, avremmo avuto un risultato elettorale molto diverso da quello che invece abbiamo avuto.
È evidente che purtroppo le cose sono andate diversamente.
Questo Governo sfrutta una rottura della credibilità che ha avuto la politica in Italia e anche la capacità che c’è stata - con il supporto dei media e a livello internazionale - di affermare che noi della sinistra siamo stati coloro che hanno accompagnato e non governato la globalizzazione in questi anni, anche dopo il 2008 quando si era prodotta la crisi.
Siamo apparsi, quindi, come l’élite che ha difeso i processi esistenti mentre coloro che sono al Governo oggi erano diventati i rappresentanti del popolo.
Questa è la china che ci ha portato fino a qui e che non è facile smontare.
Dobbiamo smontarla facendo l’opposizione e mettendo in campo delle proposte.

Dobbiamo metterci a disposizione del Paese e ascoltare

Intervento all’incontro nazionale di AreaDem a Cortona (Video dell’intervento).

Credo che la discussione di questi giorni sia stata importante.
Ho ascoltato molte cose che condivido, tra cui il percorso indicato nella relazione di Marina Sereni e l’analisi del prof. Magatti e di Piero Fassino sulle ragioni della sconfitta elettorale.
Ho trovato grande sintonia anche rispetto alle agende illustrate da Gentiloni e Martina.
Voglio provare a dire alcune cose perché vorrei che nel prossimo congresso, che spero si faccia presto, si prendano le decisioni giuste, si traggano le conseguenze delle analisi che abbiamo sentito e si metta in positivo una riflessione che abbiamo fatto in questi giorni a Cortona e anche in altre sedi.
Dobbiamo cominciare a dire in positivo cosa non va ma anche cosa dobbiamo fare e penso che questo sia il compito delle piattaforme che verranno presentate al congresso.