Bilancio del mandato parlamentare

In questi anni di legislatura, in Parlamento mi sono occupato di molte questioni e abbiamo lavorato all’approvazione di leggi importanti.
Qui il file PDF con la sintesi del lavoro svolto in questi anni in Parlamento»

Le tematiche di cui mi sono occupato in prevalenza sono:

Casa: case popolari, cooperative a proprietà indivisa, ecobonus per efficientamento energetico e detrazioni per ristrutturazioni, fiscalità, detrazioni per residenti in alloggi sociali, emergenza abitativa, questione sfratti, contratti di quartiere, case popolari a Milano, prestito sociale delle cooperative.

Legalità e Antimafia: inchieste sulla criminalità organizzata nel Nord Italia, norme per il funzionamento dell’Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati e funzione degli amministratori giudiziari, racket dell’occupazione abusiva delle case popolari milanesi, revisione del Codice Antimafia, rientro dei capitali dall’estero, norme per contrasto europeo alle mafie, tutela dei testimoni di giustizia, inchiesta di Roma e Ostia, controlli su Expo, normative anticorruzione, nuovo Codice degli Appalti, missioni della Commissione Antimafia.

Una legislatura utile e produttiva per il paese, il lavoro da proseguire

Articolo pubblicato da Huffington Post.

Con lo scioglimento delle Camere da parte del Presidente della Repubblica tra Natale e Capodanno si è conclusa a scadenza una legislatura iniziata nel 2013 con un risultato elettorale che non aveva consentito, a nessuna delle coalizioni in campo, di avere la maggioranza in entrambi i rami del Parlamento e che, quindi, rischiava di consegnare il paese, nel pieno della più grave crisi economica dal dopoguerra, all'ingovernabilità e all'instabilità. Nonostante queste premesse, in questi anni non solo si è riusciti - riunendo forze diverse che si sono riconosciute in un progetto comune - a governare il paese dandogli stabilità e credibilità internazionale e affrontando i gravi problemi sociali ed economici che la crisi ha prodotto, ma si sono fatte alcune delle riforme che da decenni le forze progressiste tentavano di realizzare sul terreno dei diritti, della lotta per la legalità, per uno sviluppo sostenibile e rispettoso dell'ambiente e per ridurre i costi della politica.
Nel 2013 la nostra economia era in recessione, oggi tutti gli indicatori ci parlano di un Paese che è ripartito, in cui aumenta da due anni il prodotto interno lordo di oltre un punto e mezzo percentuale, crescono le esportazioni e aumenta la fiducia delle aziende e dei consumatori.

Protezione e sostegno dello Stato per i testimoni di Giustizia

Intervento in Senato in dichiarazione di voto per il PD sulla legge per la protezione dei testimoni di giustizia (video).

Il Pd vota con convinzione la legge sui testimoni di giustizia, che abbiamo fortemente voluto e che dà un messaggio chiaro al Paese: chi sceglie di mettersi al servizio dello Stato, di essere cittadino fino in fondo deve trovare nello Stato - e lo troverà dopo l'approvazione della legge in esame - un aiuto, un sostegno, un impegno riconoscente verso chi mette a repentaglio la sua sicurezza per combattere il crimine e favorire la legalità.
La sicurezza dei testimoni di giustizia non può e non deve andare a scapito della qualità della loro vita e di quella delle loro famiglie.
Facciamo di tutto perché scegliere di fare il testimone di giustizia non comporti una penalizzazione eccessiva, non voglia dire essere sradicato dal proprio Comune, dalla propria vita e dal proprio ambiente.
Garantiamo reddito, casa, lavoro e soprattutto mettiamo in campo procedure chiare, trasparenti ed efficienti per dare garanzie a chi decide di testimoniare.
Diamo certezza dei tempi.
Please enable the PHP curl extension to use the Twitter widget